Home / NOTIZIE / ECONOMIA E FINANZA / Il Governo cerca di proteggere i call center dal Uallaragno. Nascono i “registri di opposizione”.

Il Governo cerca di proteggere i call center dal Uallaragno. Nascono i “registri di opposizione”.

Alcuni esemplari del temuto Uallaragno (vedi lo speciale Uallaragno per capire cos’è) sono arrivati in Italia, come abbiamo visto dalle notizie riportate in questi giorni gli operatori di call center hanno iniziato ad avere i loro problemi.

Il Governo ha quindi promulgato una legge al volo per cui dal primo di febbraio 2011 nasce il nuovo “opt-out“.

In pratica prima il funzionamento era questo : io autorizzavo ad essere chiamato, e da quel momento chiunque poteva chiamarmi a casa o in ufficio per tentare di “fissare un appuntamento con l’agente”.

Da domani, le cose cambiano e quindi io posso essere chiamato da tutti a meno che non abbia inserito il mio numero di telefono in una sorta di black-list, che il Governo ha fantasiosamente chiamata “registro delle opposizioni“, in modo da rendere il concetto chiaro ai cittadini.

Cosa succederà? Ve lo spiego subito: le liste opt-in non serviranno più, quindi i call center potranno chiamare cani e porci senza alcun ritegno, poi quando i poveracci avranno capito come iscriversi ai “registri di opposizioni” allora le telefonate cominceranno a diminuire.

La vedo nera… forza Uallaragno !!!

About Redazione

Piero Disogra, nasce a Napoli agli inizi degli anni 70, non ha conseguito una laurea in Lettere e Filosofie presso l'Università Federico Secondo e successivamente non ha conseguito una laurea in Scienze Politiche presso l'Università Bocconi di Milano. Al momento non collabora con il New York Times nè con SKY TG24.

Comments Closed

Scroll To Top