Home / NOTIZIE / CAMPANIA / Il futuro dei Cancrovalorizzatore di Giugliano in Campania

Il futuro dei Cancrovalorizzatore di Giugliano in Campania

inceneritore

Cosa succederà nei prossimi 8 anni : vincono la gara, avviano il cantiere, la popolazione rallenta i lavori, l’europa multa l’Italia, le ecoballe rivengono messe sotto sequestro, l’europa renderà illegale l’impianto, l’azienda appaltatrice fa causa allo stato, il credito viene ceduto alle banche finanziatrici tedesche, lo stato si accorda comprando altri titoli di stato tedeschi, l’europa fa approvare un altro fiscal compact ed un più stringente pareggio di bilancio, il mes presta i soldi all’italia e si prende in garanzia terreni demaniali, utility, immobili, monumenti, l’italia non riesce a rispettare il target e viene rimultata, la Germania si impossessa degli aereoporti, delle telecomunicazioni, dei trasporti, gli Stati Uniti si iniziano a preoccupare, la popolazione insorge, mercenari assoldati dal Nuovo Ordine Mondiale ed infiltrati nelle folle commetteranno atti terroristici con l’aiuto dei servizi segreti, l’ONU autorizzerà un commissariamento dell’Italia perchè il governo sarà definito instabile e pericoloso data la sua posizione strategica, l’Italia sarà divisa a pezzi e diventerà una colonia straniera, i pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro nipoti dei  goti torneranno a Roma e faranno ereggere un monumento in marmo con l’iscrizione “ricett o’pappic vicin a’noc, ramm’o’tiemp ca te spertos!”

About Redazione

Piero Disogra, nasce a Napoli agli inizi degli anni 70, non ha conseguito una laurea in Lettere e Filosofie presso l'Università Federico Secondo e successivamente non ha conseguito una laurea in Scienze Politiche presso l'Università Bocconi di Milano. Al momento non collabora con il New York Times nè con SKY TG24.

Commenti Facebook:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top