Home / POLITICA / NOLA : Chiama tua mamma, ci candidiamo!

NOLA : Chiama tua mamma, ci candidiamo!

Cosa non si farebbe pur di candidarsi?

Seguiamo l'evolversi di una emergenza tra gli attivisti del moVimento 5 stelle, è stata richiesta la certificazione di una lista per partecipare alle prossime elezioni comunali senza aver seguito le regole di trasparenza, gli attivisti sono in rivolta. Chi la spunterà?
Dal nostro inviato da Nola (NA).

L’antefatto

Come in molti altri comuni, anche a Nola, in provincia di Napoli, tra breve ci saranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale. Il moVimento 5 stelle è formato da cittadini attivi che non si lasciano pisciare addosso dalla politica ma vogliono essere protagonisti del proprio futuro per il bene comune.

Qualcuno non capisce come funziona.

In ogni Comune esistono dei gruppi di persone che si riuniscono e che seguono la vita politica locale attivandosi in iniziative varie, controllando l'operato degli amministratori correnti, informando la cittadinanza e studiando ogni giorno per non trovarsi mai impreparati.

Molte vole basta aprire gli occhi, portare avanti dei progetti e collaborare con una pubblica amministrazione sana, tanto l'importante dicono, sia che le buone idee vadano avanti, e che l'onestà "torni di moda".

Dove c'è l'impegno politico diretto degli attivisti del moVimento a 5 stelle, il tutto viene effettuato con la massima trasparenza, riunioni pubbliche videoriprese, momenti di condivisione aperti a tutti i cittadini, una lista di persone che viene scelta democraticamente tra gli incensurati, e la certificazione di questa lista da parte dello "staff" del moVimento 5 stelle in modo da potersi presentare alla competizione elettorale con il "logo del moVimento 5 stelle", marchio registrato e di proprietà del garante, nonchè capo politico, Beppe Grillo.

Il misfatto

Qualcuno non riesce proprio a capire cosa sia lo spirito "open source" del moVimento 5 stelle e procede con pratiche "partitiche" che elenchiamo nello specchietto qui accanto, compilato grazie alla collaborazione di alcuni attivisti del m5s detti "talebani", ovvero che applicano alla lettera i principi del moVimento stesso.

COSE “PARTITICHE”

  • riunioni segrete
  • sedi del moVimento
  • decisioni in chat private
  • "referenti" di zona
  • parcheggio in area disabili

A Nola hanno bisogno delle mamme.

Recentemente ci sono giunte in redazione alcune segnalazioni da parte di attivisti del m5s circa una ipotetica lista di candidati Nolani che sarebbe stata inviata allo staff di Beppe Grillo per ricevere la certificazione.
Questa lista sarebbe stata decisa senza passare per una assemblea pubblica e, ci riferiscono, che pur di raggiungere il numero minimo di candidati i componenti di questa lista siano stati esortati ad inserire anche le loro mamme.
Insomma, una lista fatta da persone che non sono attivisti del movimento 5 stelle, come andrà a finire?

Vi informeremo sull'evolversi della situazione, daremo ampio spazio a tutte le parti ed a chiunque volesse contribuire a fare luce su questa vicenda.

About Redazione

Piero Disogra, nasce a Napoli agli inizi degli anni 70, non ha conseguito una laurea in Lettere e Filosofie presso l’Università Federico Secondo e successivamente non ha conseguito una laurea in Scienze Politiche presso l’Università Bocconi di Milano. Al momento non collabora con il New York Times nè con SKY TG24.

Comments Closed

Scroll To Top